La bicicletta è il perfetto traduttore per accordare l'energia metabolica dell'uomo all'impedenza della locomozione. Munito di questo strumento, l'uomo supera in efficienza non solo qualunque macchina, ma anche tutti gli altri animali (Ivan Ilich).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10/01/2017

Al Comandante della Polizia Municipale: Segnalazione di pericolo per la sicurezza stradale

Come associazione che anche a livello nazionale si occupa di sicurezza stradale, esponiamo le situazioni di pericolo che si manifestano quotidianamente in un punto chiave del sistema di collegamento tra Centro città e quartiere Cristo, chiedendo un intervento di messa in sicurezza e permettendoci anche di suggerire possibili soluzioni di mitigazione del pericolo stesso.

In particolare ci riferiamo al sottopassaggio ciclopedonale tra via Maggioli e piazza Mentana e - soprattutto - agli attraversamenti pedonali alle estremità dello stesso:

  • -  per quanto riguarda il sottopassaggio, trattandosi di un percorso promiscuo pedoni/ciclisti, essendo in curva ed avendo una diramazione intermedia all’incrocio delle discese, la sicurezza degli utenti non è assicurata.
    Proponiamo nel punto più critico
    (foto 1) l’installazione di uno specchio curvo che garantisca la visibilità ed, eventualmente, anche due cartelli agli imbocchi con limite di velocità di 10 km/h.

  • -  per quanto riguarda l’attraversamento pedonale dal lato di piazza Mentana (foto2), poichè risulta comprensibilmente improbabile che un cittadino in bicicletta scenda dalla stessa per attraversare i giardini e risalga poi dall’altra parte, proponiamo che venga aggiunto anche l’attraversamento ciclabile - eventualmente opportunamente segnalato anche con lampeggiante - che, proseguendo nel vialetto attraverso i giardini (foto 3), consenta un percorso ciclabile in continuità con le piste ciclabili di corso IV novembre e di corso XX settembre.

  • -  infine la situazione di maggior pericolo, quella dell’attraversamento pedonale all’inizio di via Maggioli. E’ sempre stato un punto decisamente critico, e per diverse ragioni negli ultimi tempi la situazione si è aggravata:

    • -  lo spostamento dell’attraversamento pedonale - forse attuato senza le adeguate misure - ha determinato un peggioramento sia della sicurezza (soprattutto di sera, essendo diminuita la visibilità con l’eliminazione dell’illuminazione gialla sulle strisce) sia dell’accessibilità allo stesso, essendo stato chiuso senza apparente logica l’accesso al marciapiede vicino all’angolo via Maggioli/via Costa, che avrebbe permesso a tutti di utilizzare il marciapiede stesso nel tratto tra via Costa e le strisce pedonali, ma che ora è diventato quasi inaccessibile a chi si sposta in bicicletta o in carrozzella. (foto 4)

    • -  il prolungamento di via Gandolfi e l’asfaltatura di via della Moisa e di via Viora hanno praticamente creato un nuovo collegamento per la mobilità pedonale e ciclabile tra una buona parte del Cristo e il centro - privilegiato perché più breve per molti e perché più sicuro per tutti - determinando un notevole aumento del flusso di pedoni, ciclisti e persone con disabilità motoria che transitano da via Costa per raggiungere il centro attraverso il sottopasso stesso, trasformando questo percorso in un percorso prioritario, e quindi strategico.

    • -  la sosta - purtroppo inspiegabilmente tollerata nonostante i divieti e le ripetute segnalazioni - di auto nel tratto tra via Costa e l’attraversamento pedonale, costringe chi ha la bici o la carrozzella a spostarsi verso il centro della carreggiata - non essendo oltretutto, come si è detto prima, accessibile il marciapiede - con tutte le conseguenze che questo comporta in termini di sicurezza. (foto 5,6)

      Chiediamo quindi che tale attraversamento venga messo in sicurezza e a tal proposito proponiamo: - il ripristino della segnalazione luminosa in corrispondenza dell’attraversamento ed eventualmente l’installazione di un attraversamento semaforico a chiamata;
      - il ripristino dell’accesso al marciapiede in prossimità dell’angolo via Maggioli/via Costa

      - l’installazione di paletti dissuasori della sosta nel tratto tra via Costa e l’attraversamento pedonale, e l’eliminazione della sosta carico/scarico in prossimità delle strisce pedonali (foto 7).

      Ringraziamo per l’attenzione, rimanendo a disposizione per un confronto diretto che riterremmo utile, e porgiamo distinti saluti anche a nome di molti cittadini interessati.

      24/11/2016, FIAB Alessandria

 
in data 23/1 /2017 abbiamo ricevuto una risposta cui dovrebbe seguire un sopralluogo:
 

Oggetto: 

parere viabile per nodo stradale tra quartieri Pista e Cristo.

 

Con riferimento al1’oggetto, in merito alla nota prot. 78956 del 25/11/16, a cui porgo

 

seguito, dopo aver esperito sopralluogo da parte del personale dell’Ufficio Trafiico scrivente inteso a verificare la situazione viabile esistente e valutare le proposte di competenza contenute nella medesima nota, con la presente si significa quanto segue:

 

- I percorsi e gli attraversamenti pedonali presenti tra piazza Montana, viale Medaglie d'Oro e viale XX Settembre sono in alcuni tratti esclusivamente pedonali ed in altri anche ciclabili:

l’opportunità di rendere tali percorsi promiscui sarà oggetto di valutazione da parte degli uffici preposti sicuramente informati, al fine di modificare se del caso le caratteristiche dimensionali e di segnaletica necessarie per consentire la condivisione in sicurezza del1’utilizzo degli stessi,

 

- L’attravetsamaito pedonale posto subito dopo il sottopassaggio di via Maggioli è realizzato protetto da transenne parapedonali, così posizionate a cortina proprio per “indirizzare” gli utenti in un percorso protetto ed impedire loro che attraversino diversamente in punti troppo

prossimi al tratto ipogeo non sicuro, così come lamentato negli anni precedenti, prima che si optasse per questa soluzione tecnica,

 

- Utile ricordare che nel tratto di via Maggioli in esame la velocità massima consentita non può superare i 30 km/h e che l'intersezione con la via Costa è normata con il divieto di fennata dal numero civico 93 e sino al sottopassaggio, tranne per lo stallo adibito alle operazioni di

carico/scarico utile alle attività ivi presenti altrimenti penalizzate, al fine di garantire la libera corsia di canalizzazione dei veicoli diretti alla via Costa,

 

- Il corretto utilizzo delle strade in esame, carreggiata e marciapiedi da parte dei fruitori, ai sensi del vigente Codice della Strada, garantisce a tutte le categorie di utenti e soprattutto a quelle più deboli di essere accompagnate in un percorso forse più disagevole dal punto di

vista della lunghezza ma sicuramente più visibile e quindi sicuro.

 

- L’ufficio scrivente ha provveduto ad inoltrare la Vostra nota e la presente risposta alla Direzione dei Lavori Pubblici e al Disability Manager (che esprime nulla osta), per la disamina delle questioni di competenza.

 

La presente nota è redatta in tempi congrui, in attesa delle ulteriori verifiche da parte degli uffici sopra indicati.

 

Distinti saluti.

 

Photogallery

 

       

 

 

Torna indietro