La bicicletta è il perfetto traduttore per accordare l'energia metabolica dell'uomo all'impedenza della locomozione. Munito di questo strumento, l'uomo supera in efficienza non solo qualunque macchina, ma anche tutti gli altri animali (Ivan Ilich).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

25/11/2016

INDIETRO NEL TEMPO: dal 2006 continuiamo a chiedere sicurezza sulla strada per Spinetta

ponte bormida: rischiare l'innovazione o far rischiare la vita? 
lettera pubblicata sulla stampa locale nell'agosto 2006

La Stampa ha recentemente pubblicato un articolo sui lavori di ampliamento della strada tra Alessandria e Spinetta, mettendo in risalto la pericolosità della soluzione adottata sul ponte Bormida, soluzione che "penalizza pesantemente ciclisti e pedoni". 
L'assessore provinciale ai Lavori pubblici, interrogato in merito, replica che "il pericolo esiste, eccome" ma non è in programma nessun ulteriore intervento, anche perché non ci sono soldi. 
Una risposta del genere, da parte di un amministratore pubblico, lascia esterrefatti: chiunque abbia avallato questo progetto, consapevolmente peggiorativo della sicurezza degli utenti della strada, è un irresponsabile. 
Certo, sappiamo bene che su quella strada passano molte automobili e pochissime biciclette: ma sicuramente un incentivo a una mobilità più responsabile e più sostenibile per tutti non potrà mai venire da questo modo di gestire la cosa pubblica. 
Quello che sconcerta di più, e anche amareggia, è che tutto questo viene messo in atto da una amministrazione "progressista", che dovrebbe guidare il cambiamento, portandoci più vicini al resto d'Europa, e che invece si accoda demagogicamente alle richieste della Maggioranza, senza assumersi la responsabilità di rischiare l'innovazione. 

gliamicidellebici 



 

 

Torna indietro